Come allevare canarini: gabbia, alimentazione e cura quotidiana

Abbiamo già visto in un precedente articolo come allevare i cardellini. Oggi ti diamo alcuni suggerimenti per crescere canarini sani e belli, che ti facciano compagnia con il loro vivace cinguettio!

Scegli la stanza e la gabbia migliori per i tuoi canarini

Più grande è la gabbia del tuo canarino, meglio è: il movimento è infatti fondamentare per la sua salute, quindi l’ideale sarebbe una gabbia abbastanza ampia da consentire piccoli voli. Nel momento della scelta verifica che la struttura sia robusta e facile da pulire: l’igiene della gabbia è essenziale, e vedremo di seguito come eseguirla nel migliore dei modi. Per una questione di praticità, dovrebbe essere infine possibile poter inserire i dispenser per l’acqua (all’esterno, con beccuccio verso l’interno) e il cibo (all’interno).

Tra gli elementi essenziali da non fare mancare al tuo canarino ci sono i posatoi, la vaschetta per il bagno e la zanzariera. È importante che i posatoi abbiano un diametro abbastanza largo da impedire che l’uccellino lo circondi completamente con le zampe; l’ideale sarebbe avere posatoi (anche realizzati con rami ben fissati) di diversi diametri, per tenerlo allenato. Il bagnetto aiuta il canarino a mantenersi sano ed è un momento piacevole per lui: preoccupati di tenere sempre pulito il recipiente e di cambiare ogni giorno l’acqua. La zanzariera, anche nella semplice forma di un velo di tulle, è fondamentale per tenere lontane le zanzare, la cui puntura è fortemente nociva per il canarino.

Un aspetto sottovalutato, ma estremamente importante è dove posizionare il canarino. Innanzitutto, suggeriamo di sistemare la gabbia in alto, perché lo farà sentire più al sicuro: se osserviamo i canarini in natura, essi si rifugiano infatti sui rami alti degli alberi. Scegli una stanza tranquilla, dove i rumori di apparecchi elettronici o delle voci umane non siano eccessivi. Dev’essere un punto illuminato dal sole, ma non esposto direttamente allo stesso, per non aumentare eccessivamente la temperatura. Scegli un luogo che non lo sottoponga ai vapori e ai fumi della cucina o della sigaretta, a quello dei deodoranti per ambienti e ai gas di scarico delle auto.

Il sonno è molto importante per i canarini, quindi assicurati di coprire con un panno la gabbia durante la notte, nel caso la stanza rimanga illuminata.

Alimentazione: tutti i nutrienti necessari per crescere canarini sani

Come allevare canarini: gabbia, alimentazione e cura quotidiana

Quando si pensa all’alimentazione dei canarini, come a quella di molti altri volatili cresciuti in gabbia, la prima cosa che spesso viene in mente sono i semi. In realtà però, in natura essi si nutrono di molti altri elementi. Per garantirgli tutti i nutrienti di cui ha bisogno è opportuno scegliere i giusti alimenti.

Come spiegato nell’articolo sulle miscele per uccelli è fondamentale scegliere quella adatta alla specie del tuo volatile. Tra quelle indicate per i canarini c’è la Miscela Mix Sin Dorè per Canarini che contiene scagliola, perilla, canna e olmo. Se stai cercando un alimento completo, che possa offrire in un’unica soluzione tutto ciò di cui il tuo canarino ha bisogno, Legazin-Nord propone F-2 Energy Perfect e F-3 Energy Perfect: si tratta di estrusi, quindi i tuoi uccelli non potranno scegliere i semi preferiti tra quelli della miscela, ma si nutriranno di tutti i semi, cereali, proteine vegetali, vitamine, minerali, frutta, probiotici, aminoacidi, oligoelementi, Omega 3 e 6, contenuti.

Vi sono dei particolari periodi dell’anno, come la muta del piumaggio, la fase del corteggiamento e della riproduzione, lo svezzamento, che richiedono un aumento di alcuni elementi in particolare, come proteine, carboidrati, lipidi, vitamine e sali minerali. I pastoncini sono la soluzione ideale per rispondere a questo bisogno, e come alimento complementare per una crescita sana: Procria White Morbido e Procria White Secco possono essere l’alimento nutriente che stavi cercando.

Tutti i prodotti Legazin-Nord contengono Amnisent, una miscela unica di estratti di piante naturali con effetti terapeutici e aminoacidi essenziali, sono confezionati in atmosfera modificata e controllata, e sottoposti ad un trattamento igienizzante che li preserva da batteri e funghi.

Igiene: alleata fondamentale nella cura del tuo canarino

Il vecchio detto “prevenire è meglio che curare” vale anche per il tuo canarino: assicurargli uno spazio pulito contribuirà in modo sostanziale a diminuire il rischio di  malattie. Consigliamo di utilizzare alla base della gabbia una griglia, per impedire il contatto diretto dei canarini con i rimasugli di cibo e le loro stesse deiezioni, e sul fondo un foglio di giornale, o della carta assorbente da cucina. Dovresti sostituire ogni giorno il foglio e pulire la griglia. Inoltre, una volta alla settimana, è bene procedere con una pulizia profonda della gabbia e dei posatoi, con acqua calda, sapone e spazzole. I contenitori di cibo e acqua vanno puliti quotidianamente, e disinfettati una volta la settimana. Non dimenticare di spazzare sotto la gabbia: piume, residui di cibo e altro potrebbero attirare gli insetti.